Perché l'endometriosi dell'utero inizia con la menopausa: le sue cause, i sintomi e il trattamento + passa durante la menopausa

L'endometriosi dell'utero è una malattia ormone-dipendente con un'origine non specificata, in cui lo strato di tessuto endometriale che riveste l'interno dell'utero comincia a crescere oltre i suoi limiti.

Molto spesso, l'endometriosi si sviluppa sulle ovaie (cisti ovarica), sulle tube di Falloppio e sui tessuti attorno all'utero.

I principali sintomi della malattia sono dolore pelvico cronico, sanguinamento e sviluppo dell'infertilità.

Cos'è l'endometriosi dell'utero

Secondo la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), la malattia ha il codice N80 "Utero endometriosi, adenomiosi" e sono malattie benigne dell'utero.

L'endometriosi colpisce circa il 6-10% delle donne in tutto il mondo. La più alta probabilità di sviluppare la malattia in 30-40 anni, tuttavia, può iniziare a svilupparsi da 8 anni.

Le cause esatte dell'endometriosi non sono state stabilite. I fattori di rischio includono l'ereditarietà: nelle donne con parenti di prima linea affetti da endometriosi, la probabilità di sviluppare la malattia aumenta di circa sei volte.

I fattori genetici possono influenzare i livelli ormonali del progesterone nel corpo femminile, che può anche provocare lo sviluppo dell'endometriosi.

In quasi il 50% dei casi, l'endometriosi causa dolore cronico nella regione pelvica e nel 70% dei casi il dolore si verifica durante le mestruazioni e il rapporto sessuale.

I sintomi meno comuni della malattia includono problemi alla vescica e all'intestino.

Nel 25% dei casi, non ci sono sintomi esterni della malattia.

Ci sono un certo numero di teorie che spiegano l'insorgenza dell'endometriosi, la principale è la teoria delle mestruazioni retrograde (teoria dei trapianti).

Leggi anche l'iperplasia dell'endometrio e il mioma uterino durante la menopausa.

La teoria suggerisce che durante il flusso mestruale di una donna, un uovo non fecondato che viene espulso dall'utero insieme all'endometrio (membrana mucosa interna del corpo dell'utero) e il fluido mestruale attraverso le tube di Falloppio, entra parzialmente nella cavità addominale, dove è attaccato al rivestimento della cavità addominale.

Successivamente, le cellule endometriali iniziano a crescere, crescendo gradualmente nei tessuti degli organi pelvici e provocando la proliferazione dei tessuti (endometriosi).

Si presume che la ragione di ciò sia l'incapacità del sistema immunitario di far fronte all'attacco ciclico del fluido mestruale retrogrado (risalendo attraverso le tube di Falloppio nella cavità addominale).

A seconda del tipo di tessuto in cui cresce l'endometrio, la malattia è suddivisa in:

  • forma extragenitale che colpisce i tessuti dell'intestino, ureteri, ombelico, vescica;
  • forma genitale.

Lo sviluppo della malattia può essere influenzato da:

  • tossine, compresa la presenza di diossina e nichel nell'ambiente;
  • gozzo, oftalmopatia, dermopatia e varie reazioni allergiche;
  • malattie autoimmuni, in particolare, malattia di Graves associata a ipertiroidismo.

Esiste una connessione tra endometriosi e alcuni tipi di cancro, in particolare il carcinoma ovarico, i linfomi non Hodgkin e il cancro al cervello. Tuttavia, l'endometriosi non è correlata al cancro dell'endometrio.

In circa il 40-50% dei casi di endometriosi, si sviluppa infertilità.

Sintomi e tipi della malattia

L'area del danno tissutale può sanguinare, causando la sua infiammazione e cicatrici. Ci sono periodi dolorosi o gravi di sanguinamento tra le mestruazioni, dolore durante le mestruazioni e difficoltà di concepimento.

Con una profonda penetrazione della malattia nei tessuti degli organi, il dolore può variare da lieve a grave, tra cui:

  • dismenorrea - convulsioni dolorose, a volte invalidanti durante le mestruazioni. Il dolore può iniziare una settimana prima delle mestruazioni, durante questo o una settimana dopo. Inoltre, il dolore può diventare permanente e peggiorare nel tempo (il cosiddetto dolore progressivo);
  • dolore lancinante, lancinante, ricorrente nella parte bassa della schiena (parte bassa della schiena) e su entrambi i lati del bacino, nonché dolore all'addome e nella regione rettale, a volte scendendo lungo le gambe;
  • dispareunia (dolore durante il rapporto sessuale), così come disuria - urgenza di urinare, così come la minzione dolorosa;
  • il dolore può anche verificarsi in relazione all'ovulazione, a causa di aderenze o infiammazioni nella cavità pelvica, durante il movimento, durante l'esercizio fisico, mentre si sta in piedi e camminando, così come durante i rapporti sessuali;
  • la gravità dei sintomi dolorosi è debolmente correlata allo stadio della malattia - a volte un lieve dolore si verifica in caso di endometriosi estesa con cicatrici, e in alcuni casi, il dolore grave si verifica in piccole aree di danno.

Altri sintomi della malattia includono:

  • diarrea;
  • costipazione;
  • stanchezza cronica;
  • nausea;
  • vomito;
  • mal di testa;
  • alta temperatura;
  • cicli mestruali pesanti o irregolari;
  • ipoglicemia.

I tipi di endometriosi comprendono quattro fasi:

  • fase I (minima). Ci sono solo ferite superficiali e possibilmente diverse adesioni membranose;
  • stadio II (moderato). Ci sono lesioni profonde parziali nella cavità uterina rettale;
  • stadio III (medio). Vi sono sintomi degli stadi I-II, nonché, in presenza di endometriosi sulle ovaie, presenza di molteplici aderenze;
  • stadio IV (acuto). Ci sono sintomi di stadio I-III, così come endometriosi estesa e adesioni.

Leggi anche sull'ipotiroidismo durante la menopausa.

diagnostica

La diagnosi viene solitamente effettuata sulla base dei sintomi della malattia in combinazione con l'imaging medico. Lo studio della storia della malattia e l'esame ginecologico possono determinare i segni della malattia.

Le grandi cisti endometrioidi degli organi pelvici possono essere facilmente rilevate con gli ultrasuoni. Tuttavia, le piccole lesioni non possono essere rilevate dagli ultrasuoni.

Il metodo più affidabile per diagnosticare la malattia sono:

  • laparoscopia - procedura di imaging chirurgico);
  • biopsia - la raccolta di cellule dalla zona interessata.

La diagnosi differenziale può escludere altre cause di sintomi:

  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • malattia infiammatoria pelvica;
  • cistite interstiziale e fibromialgia;
  • adenomiosi, aderenze pelviche, malattia infiammatoria pelvica;
  • malformazioni congenite del tratto genitale, delle ovaie e delle tube di Falloppio.

Cosa succede durante la menopausa

Climax (menopausa) è un periodo nella vita di una donna quando il livello di estrogeni nel corpo diminuisce naturalmente a causa di una diminuzione della funzione ovarica, con il risultato che i cicli mestruali si fermano.

Gli studi dimostrano che i tessuti endometriali hanno bisogno di estrogeni per la crescita. Poiché le ovaie producono sempre meno estrogeni durante la menopausa, il tessuto endometriale non riceve lo stimolo necessario, che a sua volta riduce la loro crescita e rallenta significativamente la formazione di cicatrici e aderenze, riducendo i sintomi del dolore.

Tuttavia, durante e dopo la menopausa, l'estrogeno è ancora prodotto dal corpo nelle ghiandole surrenali in piccole quantità.

Nonostante il fatto che la menopausa abbia un effetto positivo sulla malattia, possibili disturbi nel sistema immunitario durante la menopausa, l'effetto negativo delle tossine sul corpo, una dieta scorretta e l'eccesso di peso possono scatenare l'insorgere dei sintomi dell'endometriosi.

Gli studi hanno rilevato che nel 2-5% dei casi, durante e dopo la menopausa naturale, i sintomi dell'endometriosi possono tornare o addirittura aumentare fino all'età di 75 anni. Questo è particolarmente pronunciato nei casi gravi della malattia, quando ci sono cicatrici sui tessuti.

È stato anche stabilito che dopo l'intervento chirurgico prima e dopo la menopausa nel 2-4% dei casi, la malattia viene diagnosticata per la prima volta.

trattamento

Sebbene non vi sia un trattamento convenzionale per l'endometriosi, le terapie includono una serie di procedure per aiutare ad alleviare i suoi sintomi.

Il trattamento è finalizzato a limitare lo sviluppo della malattia, eliminando il dolore e nelle donne in età riproduttiva per ripristinare e preservare la capacità di generare figli.

chirurgia

La rimozione chirurgica dell'endometriosi viene utilizzata quando i sintomi non sono gestiti da altri trattamenti. La migliore tattica di intervento chirurgico con il minor numero di ricadute a breve termine è quella di eliminare completamente le lesioni che si sono verificate.

Un metodo laparoscopico con un minor rischio di adesioni ricorrenti viene utilizzato per eseguire un intervento chirurgico con un intervento minimo. L'operazione viene eseguita attraverso piccole incisioni nell'addome inferiore.

Può anche essere usata l'ablazione con radiofrequenza, che distrugge la membrana mucosa interna dell'utero con gli ultrasuoni.

Nelle giovani donne, il trattamento chirurgico conservativo consiste nel rimuovere, per quanto possibile, l'endometrio del tessuto e le aderenze con la conservazione delle ovaie e dell'utero senza danneggiare gli organi. Il ripristino della normale anatomia degli organi pelvici dopo l'intervento è molto importante nella gravidanza programmata.

La probabilità di recidiva della malattia dopo chirurgia conservativa è del 21% entro 2 anni e del 45% entro 5 anni.

Dopo l'intervento chirurgico, se la sterilità non si è sviluppata, è possibile prescrivere la gestione con agenti ormonali che sopprimono il ciclo mestruale naturale e gli antidolorifici. Con l'infertilità, una tattica di attesa viene utilizzata con l'uso di farmaci che aumentano la probabilità di gravidanza.

L'isterectomia (rimozione completa dell'utero) può essere utilizzata per il trattamento dell'endometriosi in donne che non hanno intenzione di rimanere incinta.

medicazione

Il trattamento farmacologico della malattia comprende la terapia volta ad eliminare i sintomi del dolore, riducendo i processi infiammatori e contrastando la crescita del tessuto endometriale.

Per alleviare i sintomi del dolore, vengono comunemente usati gli agonisti dell'ormone che rilascia la gonadotropina (GnRH) - in particolare, Danazolo e Gestrinone, che riducono la secrezione ovarica e riducono l'attività dei focolai endometriotici.

Farmaci anti-infiammatori anestetici (FANS) Sono prescritti ibuprofene e naprossene. Le iniezioni di FANS possono essere utilizzate per il dolore grave e la solfato di morfina può anche essere usato per alleviare il dolore severo.

La terapia ormonale con progesterone e progestinici, in particolare, il farmaco Vizann (principio attivo dienogest), contrasta la produzione di estrogeni e inibisce la crescita dell'endometrio, che può ridurre o eliminare le mestruazioni in modo controllato e reversibile.

prevenzione

È stato dimostrato che l'esercizio regolare e l'eliminazione di alcol e caffeina possono ridurre il rischio di endometriosi.

L'assunzione regolare di contraccettivi orali combinati o l'uso di dispositivi intrauterini con un progestinico riduce anche il rischio di sviluppare la malattia e gli agonisti degli ormoni che rilasciano le gonadotropine riducono la probabilità di infertilità.

La fecondazione in vitro (IVF) è un metodo efficace per aumentare le probabilità di rimanere incinta in molti casi di endometriosi.

conclusione

Con una diagnosi consolidata di endometriosi, è necessaria una corretta valutazione della malattia. I sintomi della malattia e il desiderio delle donne di parto determinano i metodi appropriati di trattamento.

Nella maggior parte dei casi, la terapia fornisce un significativo sollievo dal dolore pelvico e aiuta a raggiungere la gravidanza.

Quando si verifica la menopausa, la consultazione con un medico aiuta a indirizzare gli sforzi per ridurre il livello di estrogeni nel corpo, nonché i modi per trattare i sintomi della menopausa, riducendo la probabilità di ricorrenza della malattia.

Video utile

Il video racconta le cause dell'endometriosi, i suoi sintomi e il trattamento:

Sintomi e complicanze dell'endometriosi dopo la menopausa

L'endometriosi è una malattia che viene diagnosticata principalmente nelle donne in età riproduttiva. Ma succede che l'endometriosi in menopausa ricorre o viene rilevata per la prima volta. Cosa può causare questa malattia dopo la menopausa? Quali sono i sintomi dell'endometriosi durante questo periodo?

Perché l'endometriosi compare durante la menopausa?

L'endometriosi è strettamente correlata al sistema ormonale femminile. Durante la menopausa, la quantità di estrogeni (l'ormone responsabile della crescita dell'endometrio) diminuisce, rispettivamente, la diminuzione dei fuochi endometriosici, i sintomi della malattia sono in calo. Ma questo non succede in tutti i casi. Accade che la malattia si sviluppi per la prima volta con la menopausa, o si riattivi se prima fosse stata diagnosticata.

Che cosa causa l'endometriosi durante questo periodo? La natura di questa malattia nel suo insieme non è completamente compresa e compresa, sembra ancora meno spiegabile che è apparsa nel periodo della menopausa. Ma è chiaro che la ragione non risiede solo nei cambiamenti ormonali e nelle interruzioni del sistema immunitario.

Fattori che contribuiscono alla comparsa di endometriosi in menopausa:

  1. Il diabete mellito. In questa malattia, il lavoro del sistema cardiovascolare viene disturbato, il che a sua volta influisce negativamente sul lavoro degli organi che producono ormoni. Nel diabete mellito, anche una piccola quantità di estrogeni può innescare la crescita dell'endometrio, mentre il progesterone, che contribuisce al suo rifiuto, rimane estremamente basso. L'endometriosi, che si è manifestata sullo sfondo del diabete mellito, è più probabile una ricorrenza di una malattia preesistente, e solo in alcuni casi si tratta di una nuova malattia;
  2. Sovrappeso. Donne che sono in sovrappeso, disturbi ormonali. Ciò è dovuto al fatto che il tessuto adiposo è in grado di produrre estrogeni - lo stesso ormone che è responsabile della crescita dell'endometrio. Ma il livello di progesterone diminuisce, il che porta alla crescita dei focolai endometriotici;
  3. Intervento chirurgico negli organi riproduttivi. Il tessuto cicatriziale può essere un prerequisito per lo sviluppo dell'endometriosi. Inoltre, la rimozione dell'utero e delle ovaie aumenta il rischio di sviluppare la malattia di poco meno del 3%, mentre l'operazione delicata, in cui le ovaie vengono lasciate, aumenta la probabilità all'8%;
  4. L'infezione. Se prima una donna aveva una malattia infettiva dell'area genitale, ma era segreta, e quindi non era trattata, o non era completamente guarita, quindi dopo la menopausa, l'endometriosi può svilupparsi.

La ragione sta nella sensibilità dell'endometrio alle infezioni e al possibile sviluppo di cambiamenti nella sua struttura. Dato che la menopausa è un periodo difficile per l'organismo nel suo complesso, i cambiamenti che si verificano possono trasformarsi in una malattia.

Sintomi di endometriosi dopo la menopausa

L'endometriosi nel periodo riproduttivo e durante la menopausa ha sintomi diversi.

In quest'ultimo caso, la malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Forte mal di testa Si nota una certa ciclicità: nella prima metà del mese sono pronunciati, estenuanti e provocano notevole disagio. E nel secondo, le donne sperimentano solo un lieve disturbo;
  2. Scarichi di natura immacolata, alternati a profuse emorragie. Allo stesso tempo ci sono segni di avvelenamento del corpo: vomito e nausea, brividi e febbre. Un esame del sangue mostra un aumento della conta dei globuli bianchi;
  3. Irritabilità. C'è un'aumentata eccitabilità del sistema nervoso, nervosismo, insonnia.

I segni di endometriosi riducono significativamente la qualità della vita. E, inoltre, in assenza di un trattamento adeguato, la malattia deve affrontare gravi complicazioni.

Fai attenzione! Molti dei sintomi che le donne sono abituate a cancellare per le manifestazioni della menopausa e quindi non si affrettano a visitare uno specialista. Ma se dopo più di un anno la donna non ha avuto un ciclo mestruale (che indica l'inizio della menopausa), lei avrà alcuna dimissione del carattere di spotting o altri sintomi spiacevoli, dovresti contattare il tuo ginecologo.

Complicazioni se l'endometriosi non viene trattata

Se l'endometriosi si sviluppa in menopausa, allora le sue conseguenze potrebbero rivelarsi molto più gravi per una donna rispetto alle manifestazioni di questa malattia in età riproduttiva. Ciò è in parte dovuto all'età: tutte le malattie sono più severamente tollerate e hanno sintomi più pronunciati.

Cosa minaccia questa malattia dopo la menopausa?

  1. Anemia dovuta alla perdita di grandi quantità di sangue. Il sanguinamento si verifica a causa del distacco endometriale. Ma con l'endometriosi, esfolia non solo nell'utero, ma anche in altre aree dove si trovano i suoi focolai. La situazione è complicata dal fatto che dopo un sanguinamento prolungato il corpo di una donna dopo la menopausa si riprende più a lungo e le conseguenze di questo si fanno sentire più fortemente. Se una donna non va dal medico in modo tempestivo, un'eccessiva emorragia può essere fatale;
  2. Lanciare le cellule endometriali nella cavità addominale provoca forti emorragie. E questo porta sia al processo di adesione, sia a una condizione acuta in cui sono necessarie cure mediche di emergenza - peritonite;
  3. La proliferazione del tessuto endometriale porta alla comparsa di tumori.

Le cisti ovariche, sia benigne che maligne, sono comuni nei pazienti con endometriosi durante la menopausa. Il rischio di cancro è in aumento. È stato dimostrato che il tessuto endometriale tende a essere maligno.

Pertanto, è importante recarsi dal medico ai primi segni della malattia - qualsiasi malattia è più facile da curare all'inizio dello sviluppo rispetto ai casi avanzati.

Trattamento dell'endometriosi in postmenopausa

Poiché la combinazione di endometriosi e menopausa comporta conseguenze gravi, gli esperimenti non sono appropriati. È necessario consultare un medico che selezionerà il trattamento appropriato. In questo caso, ci sono diverse opzioni: trattamento conservativo, chirurgico o combinato.

Con il trattamento conservativo usare farmaci ormonali:

  1. Norkolut. Contiene progesterone, neutralizzante estrogeno;
  2. Diferelina o Zoladex. Agonisti di ormoni che liberano la gonadotropina che sopprimono la produzione di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti;
  3. Gestrinon, Danazol. Questi sono derivati ​​degli ormoni androgeni maschili che sopprimono la produzione di estrogeni;
  4. Contraccettivi orali. Utilizzato in premenopausa.

Il corso della terapia ormonale varia da sei mesi a nove mesi.

Il trattamento chirurgico è usato nei casi avanzati, se la donna in seguito si è rivolta a un ginecologo, o gli ormoni non hanno aiutato. Viene eseguita laparoscopia, in cui vengono bruciate le aree danneggiate. Di solito, il metodo chirurgico è combinato con la terapia ormonale per ottenere il miglior risultato.

Alcune donne decidono sul trattamento dei rimedi popolari, usando erbe come la pineta, l'erba di San Giovanni, l'ortica. Ma tutto questo dovrebbe essere usato in combinazione con la terapia farmacologica e dopo l'approvazione del medico curante.

Sintomi e trattamento dell'endometriosi dell'utero con la menopausa

L'endometriosi è una patologia della membrana mucosa dell'utero. La malattia si verifica sia nelle giovani donne che nelle donne in menopausa. Se al paziente viene diagnosticata l'endometriosi con menopausa, i sintomi e il trattamento della patologia possono richiedere molto tempo.

Caratteristiche dell'endometriosi

  • Il primo segno di endometriosi, che si manifesta nelle donne, è una violazione del ciclo mestruale. A causa dell'ingresso nella menopausa, le donne possono perdere questo grave sintomo di endometriosi, considerandolo come la manifestazione primaria della menopausa.
  • Nella prima metà del ciclo mestruale, l'endometrio tende a crescere fortemente, a causa della quale questa parte del ciclo diventa un po 'più lunga. Tipicamente, tali cambiamenti si verificano con un eccesso di estrogeni nel corpo femminile. Dopo che il livello dell'ormone inizia a diminuire, l'endometrio viene rifiutato e iniziano le mestruazioni.
  • Anche il tempo di sanguinamento non è normale. Di solito la mestruazione stessa è allungata perché il livello di progesterone è troppo basso. Quando il rifiuto dell'endometrio troppo cresciuto, non esce completamente dall'utero, i suoi resti diventano focolai di infiammazione - endometriosi.
  • Sotto l'influenza dello sfondo ormonale, l'endometrio distaccato si comporta allo stesso modo della mucosa uterina. È capace di crescita e quindi di rifiuto. Molto spesso, tali processi sono osservati nel corpo di donne con un'immunità debole. E se durante il periodo pre-menopausale, il corpo ha affrontato il problema, allora la menopausa rende una donna più vulnerabile anche ai processi naturali. Di conseguenza, il corpo del paziente può soffrire di endometriosi.

Una caratteristica caratteristica dell'endometriosi con la menopausa è la progressiva estinzione della malattia. Le aree di crescita dell'endometrio mancano di ormoni sessuali, perché la loro produzione durante la menopausa diventa significativamente inferiore.

Fattori di aggravamento dell'endometriosi in menopausa

L'estinzione dei sintomi dell'endometriosi durante la menopausa è uno scenario ideale per le donne che soffrono di patologie in precedenza. Ma in alcuni pazienti, i sintomi dell'endometriosi non solo non scompaiono, ma si intensificano, o per la prima volta il paziente inizia a disturbare la malattia.

Perché, allora, il periodo della menopausa può influenzare così fortemente lo sviluppo delle malattie? Questo contribuisce a diversi fattori predisponenti:

  1. La presenza di eccesso di peso corporeo. Durante una diminuzione del livello di estrogeni in menopausa, l'ormone inizia a provocare la produzione di cellule adipose, ma il secondo ormone significativo, il progesterone, non ha ancora diminuito, ma è allo stesso livello. Allo stesso tempo, crescono foci di endometriosi, e in loro assenza appaiono per la prima volta.
  2. Il diabete mellito. La patologia provoca cambiamenti in quasi tutti i sistemi. Soffre anche il lavoro delle ghiandole responsabili della produzione di ormoni sessuali. Quindi anche una piccola percentuale di estrogeni può provocare l'endometriosi ed esacerba la completa assenza di progesterone nel corpo. In questo caso, di solito i pazienti con endometriosi ne hanno sofferto prima.
  3. Malattie dei genitali femminili, innescate da processi infettivi. Parte delle malattie della sfera genitale nelle donne potrebbe non dare sintomi evidenti, interrompendo il processo di formazione e il distacco dell'endometrio.
  4. Trattamento chirurgico degli organi genitali. Gli interventi chirurgici influenzano negativamente anche la mucosa uterina e possono provocare lo sviluppo dell'endometriosi. A volte si sviluppa anche dove si è formato il tessuto connettivo.

I suddetti fattori sono le principali cause di questa malattia durante la menopausa. Considera i segni dell'endometriosi in menopausa.

Segni di malattia

I sintomi della malattia dipendono da quante aree della lesione si sono già formate e dove si trovano. Elenchiamo i segni più tipici di endometriosi in menopausa:

  • mal di testa, che appaiono spesso nel primo periodo del ciclo mestruale;
  • intossicazione (brividi, vomito, vertigini, temperatura) con distacco endometriale;
  • la presenza di macchie di sanguinamento, alternate a sanguinamento;
  • irritabilità aumentata, insonnia, ecc.

Tali sintomi raramente portano una donna al medico - i sintomi e il trattamento non sono correlati da donne con patologia. Credono che queste siano normali manifestazioni della menopausa, che dopo un po 'di tempo passeranno. Tuttavia, già ai primi segni della malattia, sono necessari un esame medico e l'inizio del trattamento del disturbo.

Complicazioni di endometriosi

In menopausa, l'endometriosi è imprevedibile, quindi le donne sono più spesso spaventate dalle complicazioni della malattia. Sono più minacciosi dell'endometriosi stessa nel bel mezzo della menopausa. Tra le complicazioni vale la pena ricordare le seguenti patologie:

  1. Anemia post-emorragica dovuta a perdita di sangue. La durata del sanguinamento è regolata dal progesterone, quindi quando la menopausa, il basso livello di questo ormone non consente di terminare mensilmente nel tempo. Il processo di recupero nei pazienti è molto più lento, quindi il corpo è esaurito con nuove e nuove emorragie.
  2. La fusione delle cellule endometriali nella cavità addominale è una delle complicanze più gravi che possono causare emorragie interne. Con lo sviluppo del processo infiammatorio nella cavità addominale si verificano spesso aderenze e l'infiammazione acuta minaccia lo sviluppo di peritonite.
  3. La malattia oncologica è una delle complicazioni potenzialmente letali dopo l'endometriosi. Le particelle dell'endometrio, che crescono nei tessuti e negli organi, possono provocare la comparsa di un tumore, che si sviluppa in modo maligno (canceroso) nel tempo.

Trattamento della malattia

L'endometriosi dell'utero richiede una consultazione obbligatoria in clinica. Il medico curante inizia la terapia con metodi conservativi e, se falliscono, vengono utilizzate tecniche chirurgiche. Il trattamento chirurgico di un paziente con endometriosi è completato con farmaci a base di ormoni. La scelta del trattamento dipende dalle manifestazioni cliniche e dallo stadio del trattamento in ospedale.

Trattamento ormonale

Il trattamento farmacologico prevede l'assunzione di farmaci ormonali che aiutano a riportare il normale background ormonale del paziente. Tra i farmaci durante la menopausa, si possono notare i seguenti gruppi:

  • contraccettivi orali in violazione dell'equilibrio degli ormoni;
  • farmaci che inibiscono la sintesi degli ormoni steroidei (Danazolo, Gestrinone);
  • farmaci per sopprimere gli ormoni ipofisari (Zoladex, Leuprorelina, Diferelin).

La terapia ormonale è prescritta per un tempo abbastanza lungo - i pazienti con menopausa dovrebbero assumere farmaci per sei mesi o più. Insieme a questi farmaci, vengono utilizzati sedativi, analgesici e farmaci enzimatici per eliminare gli effetti negativi della menopausa.

Trattamento chirurgico

Si ricorre alla chirurgia se il trattamento conservativo non porta i risultati desiderati. Inoltre, l'operazione viene eseguita nel caso di frequenti recidive della malattia con un complesso corso di patologia. Molto spesso, l'intervento viene effettuato mediante laparoscopia, che riduce la fase di recupero dopo l'intervento. In casi isolati di endometriosi, è possibile la cauterizzazione delle singole aree.

La chirurgia laparoscopica viene eseguita attraverso una piccola incisione nella pelle in cui è inserita la videocamera illuminata e uno strumento chirurgico viene inserito in un'altra incisione. Durante l'operazione, vengono rimossi tutti i punti focali visibili di endometriosi e aderenze che possono essere sorti nel corso della patologia. Se le cisti dell'endometriosi si sviluppano nell'ovaio, vengono anche rimosse. L'intervento chirurgico dura circa quaranta minuti, dopo la sua implementazione vengono applicate piccole suture ai siti di incisione. I pazienti di solito trascorrono circa un giorno in clinica e in assenza di complicanze postoperatorie possono andare a casa.

Le statistiche dicono che nell'80% del trattamento dell'endometriosi, è stata l'operazione chirurgica che ha dato alle donne il climax i risultati desiderati. La terapia ormonale in questo caso perde significativamente prima del trattamento chirurgico.

Trattamento combinato

Un trattamento combinato viene applicato dopo l'intervento chirurgico, se il paziente ha bisogno di normalizzare gli ormoni. Questo problema affligge il più delle volte le donne dopo l'intervento chirurgico. Sono preoccupati che possa esserci adenomiosi in menopausa, quindi, per prevenire tale condizione, i medici, se necessario, prescrivono un numero di farmaci ormonali che inibiscono la crescita dell'endometrio. Quindi, non germinerà negli strati adiacenti dell'utero.

Il trattamento dell'endometriosi deve iniziare al primo sospetto della presenza di patologia. Pertanto, una donna durante la menopausa dovrebbe prestare particolare attenzione a monitorare i loro sentimenti e cambiamenti nel corpo.

Qualsiasi segno di endometriosi che compare durante la menopausa dovrebbe portare una donna a vedere un medico e correggere le sue condizioni.

Un video interessante e informativo su questo argomento:

Endometriosi in menopausa: sintomi, trattamento della malattia

L'endometriosi è una proliferazione atipica di tessuto mucoso all'esterno dell'utero. La malattia si manifesta principalmente in giovane età, ma succede che la patologia inizia a svilupparsi con l'estinzione della funzione riproduttiva.

L'endometriosi in menopausa ha le sue caratteristiche e richiede un'osservazione specializzata. Considera quali segni ha questa malattia, se l'anormalità passa con l'inizio della menopausa e quale terapia può essere usata per curarla.

Perché la crescita dell'endometrio in menopausa?

La crescita delle cellule endometriali durante la menopausa si verifica sullo sfondo di molti fattori. La causa esatta dell'occorrenza o esacerbazione di questa malattia nel periodo menopausale non è stata stabilita. Ma i risultati degli studi hanno dimostrato che le donne con le seguenti deviazioni riscontrano più spesso questo problema:

Il tessuto adiposo in menopausa assume il compito delle ovaie di produrre estrodiolo. Tuttavia, sullo sfondo della produzione di estrogeni da parte di uno strato grasso, si crea uno squilibrio nella quantità di ormoni sessuali, ed è questa differenza che causa lo sviluppo o il peggioramento dell'endometriosi durante la menopausa.

La malattia accompagna spesso le donne in menopausa. I disturbi endocrini portano al deterioramento dei vasi e del cuore, che a sua volta viola la secrezione di estrogeni dalle ghiandole sessuali. In questo caso, è il fallimento ormonale, con un basso contenuto di progesterone, è la causa della malattia. Va notato che il diabete mellito raramente funge da catalizzatore per l'insorgenza iniziale di patologia, e più spesso diventa la causa di esacerbazione di una malattia esistente.

Infezioni genitali nella storia

Le infezioni croniche trasmesse sessualmente possono verificarsi nel corpo femminile senza sintomi evidenti. Questo complica la loro diagnosi tempestiva. Nel frattempo, l'infezione può influenzare negativamente il processo di distacco dell'endometrio e le sue aree patologicamente modificate iniziano a crescere rapidamente con l'estinzione della funzione riproduttiva.

L'intervento chirurgico nello strato mucoso dell'utero lascia le cicatrici, che nel tempo possono trasformarsi in focolai di tessuto patologico. Un'attenzione particolare alla loro salute dovrebbe essere dimostrata dalle donne che hanno subito aborti medici e altre operazioni sull'utero.

È importante! Questi sono solo alcuni dei fattori che contribuiscono alla malattia. I medici insistono, con i primi sintomi della premenopausa, a consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame completo.

Sintomi di endometriosi dell'utero con menopausa

Le manifestazioni di endometriosi dell'utero durante la menopausa possono essere di varia intensità e spesso nelle fasi iniziali, la deviazione può essere rilevata solo durante l'esame. I seguenti sintomi dovrebbero avvisare:

  • Cefalee cicliche Questo sintomo è particolarmente acuto nella prima metà del mese. Il dolore allo stesso tempo ricorda un'emicrania e viene fermamente interrotto da analgesici. Nella seconda metà del ciclo, il dolore si manifesta meno intensamente e assomiglia a una sensazione di pesantezza nella testa.
  • Scarica dal tratto genitale. Gli scarichi possono presentare piccole chiazze di sangue e significativi coaguli di sangue. Il distacco dell'endometrio è accompagnato da vomito, vertigini e sensazione di debolezza. Spesso la temperatura aumenta. Tutti i segni di intossicazione sono presenti ei leucociti aumentano nell'analisi del sangue.
  • Dolore addominale inferiore Il dolore ha un carattere estenuante. A volte può verificarsi solo quando la membrana mucosa è staccata, ma più spesso si infastidisce quasi costantemente. Sensazione che ricorda il dolore durante le mestruazioni. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata quando il dolore sorge contro l'assenza di mestruazioni.
  • Vertigini e perdita di coscienza. Con forti emorragie, i pazienti spesso lamentano capogiri improvvisi. Questo sintomo è molto pericoloso e indica lo sviluppo di un'anemia grave.
  • Aumento nervosismo e irritabilità. In menopausa, queste condizioni sono considerate normali, ma quando diventano la causa di uno stress costante e duraturo, dovresti consultare un medico. L'endometriosi in menopausa aggrava notevolmente i problemi di natura psico-emotiva.

È importante! La deviazione nel periodo della menopausa richiede un monitoraggio obbligatorio. La mancanza di terapia può portare allo sviluppo del cancro!

trattamento

Il trattamento dell'endometriosi in menopausa può essere sia conservativo che operativo. Il metodo di terapia è determinato dal medico curante e dipende dalla gravità della patologia e dalla vigilanza oncologica. L'endometriosi in menopausa senza trattamento è solo a condizione che la malattia si sia verificata in età fertile ed è dovuta all'elevato contenuto di estrogeni nel sangue. Se la patologia cominciasse a svilupparsi o ad aggravarsi per l'estinzione della funzione riproduttiva, non andrebbe via senza trattamento.

Il climax e l'endometriosi sono satelliti abbastanza frequenti. Secondo le statistiche, circa il 30% delle donne affronta questa malattia con l'inizio della menopausa. Va notato che l'opinione di molti pazienti che la crescita dell'endometrio durante la menopausa è il cancro è completamente sbagliata, ma in determinate condizioni, la malattia può dare complicanze oncologiche.

I medici insistono, l'autotrattamento in questa materia è assolutamente vietato, perché perdendo tempo prezioso, si può affrontare la trasformazione di cellule patologiche in un tumore maligno. Considera metodi per sbarazzarsi della malattia.

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico è l'uso di farmaci contenenti ormoni in caso di grave insufficienza ormonale. Una caratteristica speciale della terapia ormonale sostitutiva in questo periodo è la riduzione dell'effetto degli estrogeni sullo sviluppo della patologia. I seguenti farmaci possono essere utilizzati per questo:

  • Norkolut. Il farmaco si basa su un analogo sintetico del progesterone. L'assunzione di pillole aiuta a livellare i livelli ormonali e indebolisce l'effetto degli estrogeni. La terapia è indicata per il grave squilibrio di estrogeni e progesterone.
  • Danazol. Le compresse sono analoghi agli ormoni androgeni maschili. L'azione del farmaco è di sopprimere la sintesi di estrogeni, che consente di fermare la crescita di cellule anormali.
  • Zoladex. Lo strumento è basato su analoghi degli ormoni della gonatropina. La terapia può ridurre la produzione di sostanze di LH e FSH, il che comporta una diminuzione dei livelli di estrogeni.

Se la malattia viene diagnosticata nella fase di premenopausa, e non dopo la menopausa, è possibile utilizzare contraccettivi orali e l'introduzione della spirale per ripristinare i livelli ormonali.

I lettori raccomandano!

"Mi è stato consigliato dal ginecologo di adottare rimedi naturali: hanno scelto il Klimistil - mi hanno aiutato a far fronte alle maree: è un incubo che a volte non vuoi andare a lavorare anche quando hai iniziato. poi riapparve l'energia interna, volevo ancora avere rapporti sessuali con mio marito, ma era tutto senza un particolare desiderio. "

È importante! La terapia ormonale dovrebbe durare almeno 6 mesi. L'intero periodo di trattamento del paziente deve essere osservato dal medico curante.

Trattamento chirurgico

L'operazione è prescritta solo nel caso in cui altri metodi di terapia non portino il risultato desiderato. Inoltre, è possibile assegnare un'operazione quando il modulo di patologia è in esecuzione. Oggi i chirurghi possono applicare una delle due tecniche operative, ognuna delle quali viene selezionata individualmente, e la sua scelta dipende dall'evidenza e dalla presenza di malattie associate. L'operazione è di rimuovere l'utero. Molto spesso, si raccomanda una resezione dell'organo per una seria vigilanza oncologica.

Tipi di metodi operativi:

  • Chirurgia addominale classica. È usato raramente oggi a causa dei gravi rischi di sanguinamento e complicanze. Questo intervento è complicato dal lungo periodo di riabilitazione.
  • Laparoscopia. Questo metodo è un'alternativa moderna e sicura all'operazione classica. Quando la donna interviene, vengono eseguite 2 piccole incisioni e utilizzando strumenti speciali sotto il controllo video, l'utero viene rimosso e, se necessario, vengono rimosse le ovaie.

Rimedi popolari

I metodi della medicina tradizionale possono essere applicati solo dopo aver consultato un medico. Tuttavia, non possono eliminare la malattia, ma riducono solo la manifestazione della patologia. Con l'aiuto di trattamenti a base di erbe per l'endometriosi in menopausa, è possibile interrompere l'emorragia e alleviare il dolore nell'addome, ma questo trattamento viene utilizzato solo nei casi in cui la terapia ormonale è controindicata e l'operazione non è ancora stata programmata. I rimedi popolari più efficaci per la crescita dell'endometrio sono:

  • Nettles. Da tempo l'ortica era famosa per le sue proprietà emostatiche e rivitalizzanti. Per fermare il sanguinamento uterino, puoi prendere un decotto di foglie o fare tamponi basandoci su di esso. Il termine di ricezione è di 5 giorni.
  • Celidonia. Un decotto delle foglie di questa erba aiuta a ridurre il dolore e normalizzare i livelli di ormone. Per preparare il brodo occorre 1 cucchiaio da tavola di foglie secche versare 200 ml. bollire l'acqua e cuocere a fuoco basso per 20 minuti. Brodo insistere, filtrare e bere 2 volte al giorno per 1/3 di tazza.
  • Succo di barbabietola Le barbabietole hanno un effetto benefico sulla formazione del sangue e compensano la carenza di ferro nel corpo. Per ripristinare la forza dopo sanguinamento dovrebbe bere 50 ml. succo di barbabietola fresco a stomaco vuoto per 2 settimane.
  • Med. Dosare con l'acqua del miele arresta la crescita dell'endometrio e ferma l'emorragia. Per preparare la soluzione è necessario 1 cucchiaio. diluire un cucchiaio di miele in 1 litro. acqua calda bollita La siringa deve essere somministrata 2 volte al giorno per 10 giorni.

È importante! Le ricette popolari non curano la crescita patologica dell'endometrio, ma permettono solo un po 'di migliorare il benessere, consultare un medico per risolvere il problema!

Per prevenire il verificarsi di patologie in menopausa, anche in età fertile, è necessario pensare alla prevenzione della malattia. Evitare gravidanze indesiderate e aborti, monitorare la dieta e visitare regolarmente un ginecologo.

È importante ricordare che con l'inizio del periodo menopausale possono svilupparsi molte malattie che possono ridurre significativamente la qualità della vita e molte di esse sono pericolose con la degenerazione oncologica. Per eventuali disturbi, sintomi spiacevoli e incomprensibili, dovresti consultare immediatamente un medico, perché la diagnosi precoce è una garanzia di salute in futuro.

Endometriosi dopo la menopausa

Endometriosi dopo la menopausa (menopausa), sintomi

L'endometriosi è una malattia che viene diagnosticata principalmente nelle donne in età riproduttiva. Ma succede che l'endometriosi in menopausa ricorre o viene rilevata per la prima volta. Cosa può causare questa malattia dopo la menopausa? Quali sono i sintomi dell'endometriosi durante questo periodo?

Perché l'endometriosi compare durante la menopausa?

L'endometriosi è strettamente correlata al sistema ormonale femminile. Durante la menopausa, la quantità di estrogeni (l'ormone responsabile della crescita dell'endometrio) diminuisce, rispettivamente, la diminuzione dei fuochi endometriosici, i sintomi della malattia sono in calo. Ma questo non succede in tutti i casi. Accade che la malattia si sviluppi per la prima volta con la menopausa, o si riattivi se prima fosse stata diagnosticata.

Che cosa causa l'endometriosi durante questo periodo? La natura di questa malattia nel suo insieme non è completamente compresa e compresa, sembra ancora meno spiegabile che è apparsa nel periodo della menopausa. Ma è chiaro che la ragione non risiede solo nei cambiamenti ormonali e nelle interruzioni del sistema immunitario.

Fattori che contribuiscono alla comparsa di endometriosi in menopausa:

  1. Il diabete mellito. In questa malattia, il lavoro del sistema cardiovascolare viene disturbato, il che a sua volta influisce negativamente sul lavoro degli organi che producono ormoni. Nel diabete mellito, anche una piccola quantità di estrogeni può innescare la crescita dell'endometrio, mentre il progesterone, che contribuisce al suo rifiuto, rimane estremamente basso. L'endometriosi, che si è manifestata sullo sfondo del diabete mellito, è più probabile una ricorrenza di una malattia preesistente, e solo in alcuni casi si tratta di una nuova malattia;
  2. Sovrappeso. Donne che sono in sovrappeso, disturbi ormonali. Ciò è dovuto al fatto che il tessuto adiposo è in grado di produrre estrogeni - lo stesso ormone che è responsabile della crescita dell'endometrio. Ma il livello di progesterone diminuisce, il che porta alla crescita dei focolai endometriotici;
  3. Intervento chirurgico negli organi riproduttivi. Il tessuto cicatriziale può essere un prerequisito per lo sviluppo dell'endometriosi. Inoltre, la rimozione dell'utero e delle ovaie aumenta il rischio di sviluppare la malattia di poco meno del 3%, mentre l'operazione delicata, in cui le ovaie vengono lasciate, aumenta la probabilità all'8%;
  4. L'infezione. Se prima una donna aveva una malattia infettiva dell'area genitale, ma era segreta, e quindi non era trattata, o non era completamente guarita, quindi dopo la menopausa, l'endometriosi può svilupparsi.

La ragione sta nella sensibilità dell'endometrio alle infezioni e al possibile sviluppo di cambiamenti nella sua struttura. Dato che la menopausa è un periodo difficile per l'organismo nel suo complesso, i cambiamenti che si verificano possono trasformarsi in una malattia.

Sintomi di endometriosi dopo la menopausa

L'endometriosi nel periodo riproduttivo e durante la menopausa ha sintomi diversi.

In quest'ultimo caso, la malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Forte mal di testa Si nota una certa ciclicità: nella prima metà del mese sono pronunciati, estenuanti e provocano notevole disagio. E nel secondo, le donne sperimentano solo un lieve disturbo;
  2. Scarichi di natura immacolata, alternati a profuse emorragie. Allo stesso tempo ci sono segni di avvelenamento del corpo: vomito e nausea, brividi e febbre. Un esame del sangue mostra un aumento della conta dei globuli bianchi;
  3. Irritabilità. C'è un'aumentata eccitabilità del sistema nervoso, nervosismo, insonnia.

I segni di endometriosi riducono significativamente la qualità della vita. E, inoltre, in assenza di un trattamento adeguato, la malattia deve affrontare gravi complicazioni.

Fai attenzione! Molti dei sintomi che le donne sono abituate a cancellare per le manifestazioni della menopausa e quindi non si affrettano a visitare uno specialista. Ma se dopo più di un anno la donna non ha avuto un ciclo mestruale (che indica l'inizio della menopausa), lei avrà alcuna dimissione del carattere di spotting o altri sintomi spiacevoli, dovresti contattare il tuo ginecologo.

Complicazioni se l'endometriosi non viene trattata

Se l'endometriosi si sviluppa in menopausa, allora le sue conseguenze potrebbero rivelarsi molto più gravi per una donna rispetto alle manifestazioni di questa malattia in età riproduttiva. Ciò è in parte dovuto all'età: tutte le malattie sono più severamente tollerate e hanno sintomi più pronunciati.

Cosa minaccia questa malattia dopo la menopausa?

  1. Anemia dovuta alla perdita di grandi quantità di sangue. Il sanguinamento si verifica a causa del distacco endometriale. Ma con l'endometriosi, esfolia non solo nell'utero, ma anche in altre aree dove si trovano i suoi focolai. La situazione è complicata dal fatto che dopo un sanguinamento prolungato il corpo di una donna dopo la menopausa si riprende più a lungo e le conseguenze di questo si fanno sentire più fortemente. Se una donna non va dal medico in modo tempestivo, un'eccessiva emorragia può essere fatale;
  2. Lanciare le cellule endometriali nella cavità addominale provoca forti emorragie. E questo porta sia al processo di adesione, sia a una condizione acuta in cui sono necessarie cure mediche di emergenza - peritonite;
  3. La proliferazione del tessuto endometriale porta alla comparsa di tumori.

Le cisti ovariche, sia benigne che maligne, sono comuni nei pazienti con endometriosi durante la menopausa. Il rischio di cancro è in aumento. È stato dimostrato che il tessuto endometriale tende a essere maligno.

Pertanto, è importante recarsi dal medico ai primi segni della malattia - qualsiasi malattia è più facile da curare all'inizio dello sviluppo rispetto ai casi avanzati.

Trattamento dell'endometriosi in postmenopausa

Poiché la combinazione di endometriosi e menopausa comporta conseguenze gravi, gli esperimenti non sono appropriati. È necessario consultare un medico che selezionerà il trattamento appropriato. In questo caso, ci sono diverse opzioni: trattamento conservativo, chirurgico o combinato.

Con il trattamento conservativo usare farmaci ormonali:

  1. Norkolut. Contiene progesterone, neutralizzante estrogeno;
  2. Diferelina o Zoladex. Agonisti di ormoni che liberano la gonadotropina che sopprimono la produzione di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti;
  3. Gestrinon, Danazol. Questi sono derivati ​​degli ormoni androgeni maschili che sopprimono la produzione di estrogeni;
  4. Contraccettivi orali. Utilizzato in premenopausa.

Il corso della terapia ormonale varia da sei mesi a nove mesi.

Il trattamento chirurgico è usato nei casi avanzati, se la donna in seguito si è rivolta a un ginecologo, o gli ormoni non hanno aiutato. Viene eseguita laparoscopia, in cui vengono bruciate le aree danneggiate. Di solito, il metodo chirurgico è combinato con la terapia ormonale per ottenere il miglior risultato.

Alcune donne decidono sul trattamento dei rimedi popolari, usando erbe come la pineta, l'erba di San Giovanni, l'ortica. Ma tutto questo dovrebbe essere usato in combinazione con la terapia farmacologica e dopo l'approvazione del medico curante.

Articoli correlati

Caratteristiche del trattamento dell'endometriosi nelle donne dopo i 40 anni: terapia ormonale e chirurgia

Il trattamento dell'endometriosi nelle donne dopo i 40 anni è complicato dalle trasformazioni ormonali che si verificano durante la menopausa. D'altra parte, a questa età, le donne non sono più così interessate a preservare la funzione riproduttiva, quindi il trattamento dell'infertilità non è una priorità quando si disegna una mappa delle misure terapeutiche.

Lo sviluppo dell'endometriosi: cause e dinamiche

L'endometriosi è una patologia specifica del sistema riproduttivo femminile, caratterizzata dalla crescita di tessuti endometriali malati al di fuori della cavità uterina.

Nella forma genitale della malattia, l'endometrio malato si sviluppa all'interno delle pareti dell'utero e delle appendici. La forma estranea prevede la diffusione di lesioni agli organi e ai sistemi al di fuori del segmento genitale.La forma considerata è particolarmente pericolosa per la salute delle donne, perché causa danni non solo all'utero, ma anche ad altri organi. In alcuni casi, possibili lesioni associate gravi della cavità addominale, della vescica, degli organi del tratto gastrointestinale.

In uno studio di laboratorio, l'endometriosi si trova come un accumulo di tessuto compattato senza limiti chiaramente definiti, che possono essere eliminati solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico.

Tra le cause della malattia vale la pena notare i seguenti fattori:

  • la presenza di mestruazioni retrograde in una donna;
  • caratteristiche della struttura dell'utero e delle sue appendici;
  • predisposizione genetica;
  • disturbi nel sistema ormonale e immunitario del corpo;
  • malattie infettive e infiammatorie degli organi riproduttivi;
  • la presenza di interventi chirurgici sull'utero e relativi organi;
  • aborto;
  • stile di vita sedentario, mancanza di attività fisica;
  • la presenza di cattive abitudini, esposizione a stress regolari;
  • l'impatto di fattori ambientali negativi.

È importante notare che non tutte le cause della patologia dell'endometriosi oggi sono completamente chiarite e studiate. La malattia può andare via senza alcuna apparente predisposizione ed è anche quasi asintomatica. Questa è una delle principali difficoltà della sua diagnosi. Inoltre, l'inizio della menopausa non significa ridurre il rischio di sviluppo di patologie degli organi riproduttivi.

Sintomi della malattia e caratteristiche dell'età

L'endometriosi non ha limiti di età chiari, ma il più delle volte si verifica nelle donne in età riproduttiva. È caratteristico che nelle donne dopo 40 anni la malattia si sviluppi abbastanza intensamente rispetto ad altre fasce d'età. Allo stesso tempo, le donne con nascite multiple sono meno suscettibili agli effetti della patologia rispetto alle donne non gravide.

Il corpo femminile reagisce abbastanza bruscamente a tutti i possibili patogeni, e durante il periodo di preparazione per l'inizio della menopausa, queste reazioni sono ulteriormente aggravate in relazione alle imminenti trasformazioni ormonali. È importante ricordare che con la perdita della funzione riproduttiva, la possibilità di sviluppare lesioni endometriali dovrebbe teoricamente diminuire, ma in pratica ciò non si verifica.

Al contrario, durante la menopausa, il rischio di malattia è anche piuttosto alto. Ciò è dovuto alla natura ormonale della lesione e alla sua sufficiente aggressività. Le adolescenti spesso soffrono anche di endometriosi, che è associata a trasformazioni ormonali attive nel corpo durante questo periodo.

L'endometriosi si manifesta spesso con i seguenti sintomi:

  • sindrome del dolore intenso, localizzata nell'addome inferiore;
  • dismenorrea, a partire da 1-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni;
  • manifestazioni mestruali retrograde;
  • contrazioni uterine migliorate;
  • sanguinamento mestruale abbondante;
  • spalmando perdite vaginali marrone scuro;
  • dolore pelvico, non correlato al flusso delle mestruazioni;
  • infertilità;
  • mennorragiey;
  • sviluppo di comorbidità: fibromi uterini, ovaie policistiche.

Il dolore nell'endometriosi può essere associato alla possibilità di contatto del focus endometriale con gli organi vicini.

L'endometriosi in menopausa in alcuni casi può svilupparsi in modo asintomatico, quindi è molto importante aderire al programma di regolari visite ginecologiche e consultazioni, non trascurare le misure preventive.

Caratteristiche del trattamento della patologia

Nel trattamento dell'endometriosi, anche il fattore età è importante. L'endometriosi in menopausa non è direttamente correlata al verificarsi di infertilità, pertanto una mappa delle misure terapeutiche differisce da quella richiesta per il trattamento dei pazienti in età riproduttiva.

Inoltre, la forma di sviluppo della patologia, la gravità dei sintomi, la presenza di malattie associate, la loro localizzazione e gravità dello sviluppo, la presenza di altri processi infiammatori nel corpo e la loro combinazione con manifestazioni endometriotiche, la fertilità è importante.

Iniziando il trattamento del paziente, il medico è obbligato a studiare l'intera gamma dei fattori indicati e, sulla base dei risultati dell'analisi preliminare, elaborare uno schema di trattamento.

Il trattamento dell'endometriosi è raccomandato in un complesso che combina il trattamento sintomatico e la terapia finalizzata all'eliminazione delle lesioni profonde.

Esistono diversi metodi principali per trattare le manifestazioni endometriosiche:

  • terapia conservativa basata sull'uso di droghe;
  • metodi di risparmio di organi chirurgici (tra cui laparoscopia e laparotomia);
  • chirurgia radicale, accompagnata dalla completa rimozione dell'utero e delle appendici;
  • tecnica combinata finalizzata al pieno e veloce recupero del corpo dopo un ciclo di misure terapeutiche.

Va notato che nel trattamento dell'endometriosi nelle donne dopo i 40 anni, la conservazione della funzione riproduttiva nella maggior parte dei casi non è più una priorità, pertanto la percentuale di chirurgia radicale per questa fascia di età è significativamente aumentata. All'età di 40-45 anni, le donne hanno spesso un periodo di premenopausa, che è associato a cambiamenti significativi nel funzionamento del corpo e alle sue reazioni agli stimoli esterni.

L'endometriosi in postmenopausa, se si sviluppa, viene quasi sempre eliminata dall'intervento chirurgico radicale, perché può causare significative complicazioni accompagnatorie nel corpo di una donna, indebolite dalle trasformazioni post-menopausali.La laparoscopia è considerata la tecnica chirurgica ottimale, che avviene mediante l'uso di una speciale unità laser che consente manipolazioni operative nel modo più corretto ed efficiente possibile, evitando lunghe operazioni postoperatorie questo periodo di recupero.

Come misura intensificante, oltre ai metodi chirurgici per il trattamento dell'endometriosi durante la menopausa, viene utilizzata la terapia ormonale di sostegno e di riparazione.

Sintomi e trattamento dell'endometriosi durante la menopausa

Con l'inizio della menopausa, nel corpo di una donna si verificano alcuni spiacevoli cambiamenti. Tuttavia, questo è un vantaggio - alcune malattie che dipendono dagli ormoni sessuali scompaiono. Ma anche qui alcune donne non sono attese dal momento più piacevole - l'emergere di nuove malattie, come l'endometriosi dell'utero durante la menopausa. Circa i sintomi e il trattamento di questa malattia, leggi sotto.

Cause di endometriosi

La menopausa è alcuni dei cambiamenti ormonali che si verificano con l'età. Nel corpo della donna, tutti i processi metabolici rallentano, l'immunità è più debole, il corpo "si riaccende", diventa imprevedibile, di conseguenza, invece di ridurre lo strato interno dell'utero (a causa di una diminuzione del livello di estrogeni nel sangue), accade il contrario.

Le principali cause della malattia:

  • Un alto livello di progesterone ed estrogeni nel sangue - sembrerebbe che il livello degli ormoni sessuali dovrebbe diminuire con l'età, ma il fallimento ormonale in tutti i proventi differisce;
  • obesità - quando il corpo non ha ormoni sessuali, inizia a compensare questa mancanza di depositi di grasso. Tuttavia, il grasso stesso non può produrre progesterone, di conseguenza, il tessuto endometriale cresce;
  • infezioni vecchie e non trattate;
  • diabete - in questa patologia, le gonadi funzionano male. Questo fattore può provocare endometriosi durante la menopausa;
  • la predisposizione genetica è un'altra causa di endometriosi in menopausa;
  • chirurgia - chirurgia genitale, aborti multipli.

Come si manifesta la malattia

I sintomi della sindrome della menopausa possono essere diversi. Molto dipende dalla prevalenza e dalla natura delle lesioni. In alcune donne, i sintomi sono fortemente pronunciati, in altri non si sentono quasi.

Sintomi della malattia durante la menopausa:

  • irritabilità eccessiva;
  • frequenti capogiri;
  • nausea e vomito;
  • individuare perdite vaginali (a volte con sangue);
  • dolore addominale ricorrente;
  • insonnia;
  • sangue nelle feci o nelle urine (un sintomo raro).

Ciò che minaccia

Molte donne non prestano attenzione alla manifestazione della malattia, considerano ogni disagio un sintomo ordinario durante la menopausa. E invano, perché non diagnosticato in tempo l'endometriosi durante la menopausa può portare a:

  • anemia grave - frequente sanguinamento porta ad una diminuzione dei livelli di emoglobina;
  • peritonite - quando il tessuto endometriale si estende oltre il sistema riproduttivo, è possibile la manifestazione di processi infiammatori nella cavità addominale;
  • Cancro: se non tratti l'endometriosi, può portare allo sviluppo di tumori.

La prognosi del trattamento dipende da un riferimento tempestivo agli specialisti.

trattamento

Possibile trattamento dell'endometriosi nelle donne in postmenopausa e in premenopausa. Trattare principalmente applicando:

  • tecnica medicinale;
  • intervento chirurgico

Il metodo richiesto e il dosaggio dei farmaci prescritti dal medico curante. Trattare questa malattia può anche rimedi popolari.

medicazione

Ormoni usati Farmaci combinati molto spesso prescritti con bassi livelli di progesterone ed estrogeni. Ad esempio:

Se l'endometriosi è stata trasformata in un tumore maligno, il medico prescrive farmaci contenenti progesterone:

Gli androgeni sono anche usati per abbassare il livello di estrogeni nel sangue:

Oltre alla terapia farmacologica, devi mangiare una dieta equilibrata, consumare molte vitamine. Una donna dovrebbe monitorare le condizioni del tessuto osseo, dei vasi sanguigni e del cuore, possono soffrire durante il trattamento. Per evitare ciò, è necessario fornire ulteriore supporto.

operativo

Molti medici dopo essere stati diagnosticati con endometriosi durante la menopausa, hanno consigliato un intervento chirurgico. Tuttavia, tale trattamento è indicato quando si tratta di:

  • endometriosi nelle ovaie;
  • forma extragenitale di patologia.

In questi casi, la terapia farmacologica non è molto efficace, il rischio di complicanze è elevato.

Il medico prescrive i test necessari, solo allora prende una decisione sull'operazione.

La laposcopia è un'altra soluzione efficace. È una puntura nell'addome con un laporoscope. I tessuti addominali non sono sezionati. Il periodo di recupero dopo la procedura è ridotto. Vale la pena notare che, dopo la laparoscopia, potrebbe esserci una sorta di scarico, questo dovrebbe essere segnalato al medico.

popolare

Vengono spesso usati anche rimedi popolari per il trattamento dell'endometriosi. Tuttavia, questo tipo di trattamento non salva una donna dalla patologia. Ha un personaggio aggiuntivo e solo. Prima di usare le erbe, dovresti consultare il tuo dottore. Sono popolari:

  • infusione di boro utero - 2 cucchiai. le foglie secche del cucchiaio versano mezzo litro di acqua bollente. Coprire l'intero contenuto, avvolgere la padella con un asciugamano. Aspetta quindici minuti e prova. Prendi questo: 1 cucchiaio. cucchiaio un'ora prima dei pasti 3 volte al giorno. Durata: fino a 30 giorni. Si consiglia di ripetere un mese dopo;
  • decotto della radice del pennello rosso - 1 cucchiaio. cucchiaio di radice versare acqua bollente e cuocere per quindici minuti. Il contenuto lasciato riposare per circa 45 minuti. Bere questo brodo è necessario per mezz'ora prima dei pasti tre volte al giorno;
  • propoli per il lavaggio - fare clistere 2 volte al giorno.

Le erbe possono essere dannose se usate impropriamente. Non è necessario utilizzare sostanze vegetali, se non necessario. Inoltre, la salute delle donne dipende dallo stile di vita. Se una donna nel periodo della menopausa smette di preoccuparsi per la sua salute, potrebbe avere alcune malattie ginecologiche associate alla ristrutturazione del corpo.

Interessante anche

L'endometriosi dell'utero con la menopausa è una comune malattia ginecologica caratterizzata da dolore pelvico cronico. Lo sviluppo della malattia è associato a livelli ormonali compromessi e una diminuzione delle funzioni immunitarie del corpo.

Cos'è l'endometriosi?

L'endometrio è il tessuto che riveste l'interno dell'utero.

L'endometriosi dell'utero con la menopausa è una condizione in cui il tessuto endometriale si estende oltre l'utero. Cresce nella regione pelvica e negli organi addominali e, raramente, nelle cavità remote del corpo.

Il numero esatto di donne con endometriosi non è noto, in quanto la malattia è spesso asintomatica o con sintomi lievi, rendendo difficile la diagnosi.

Spesso la malattia viene diagnosticata con sintomi pronunciati, provocando gravi disagi alla donna. Gli studi dimostrano che l'endometriosi si verifica nel 5% - 20% dei casi in cui le donne lamentano un dolore addominale inferiore e costituisce tra il 23% e il 50% di tutte le diagnosi durante la laparoscopia.

L'endometriosi colpisce donne di tutte le età. A volte i sintomi iniziano ad apparire nell'adolescenza. L'endometriosi può colpire qualsiasi donna. Tuttavia:

  • La malattia è ereditaria. Pertanto, la patologia è più comune nelle parenti strette.
  • Lo sviluppo dell'endometriosi è influenzato dal livello di estrogeni, un ormone sessuale femminile. La produzione di ormoni diminuisce dopo la menopausa, che dovrebbe servire come fattore di riduzione del rischio di malattia. Tuttavia, l'esperienza dimostra che durante la menopausa, la patologia spesso si manifesta per la prima volta o ricorre attivamente, il che indica una causa non sufficientemente studiata del suo sviluppo.
  • Le pillole contraccettive orali combinate riducono il rischio di endometriosi. Questo effetto protettivo può persistere per un anno dopo il completamento dell'uso di contraccettivi.

Cause della malattia durante la menopausa, durante e dopo

Per molti anni i medici hanno cercato invano di identificare la causa della malattia. Secondo una teoria, alcune cellule endometriali si estendono oltre l'utero nell'area pelvica e continuano a svilupparsi lì. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che ci sono molti fattori responsabili della crescita dei tessuti uterini al di fuori degli organi genitali, compresi quelli genetici, immunologici e ormonali.

Fattori che influenzano lo sviluppo dell'endometriosi nelle donne con menopausa:

  • L'obesità. In questo caso, l'impulso per lo sviluppo della malattia è un disturbo metabolico.
  • Il diabete mellito. Il diabete provoca la produzione di una piccola quantità di estrogeni, che idealmente non dovrebbe essere presente nel corpo di una donna in postmenopausa e serve come stimolo per lo sviluppo della malattia.
  • Intervento chirurgico La presenza di tessuto cicatriziale nel periodo postmenopausale può causare lo sviluppo di endometriosi in questo sito.
  • Malattie infettive I processi infiammatori pelvici cronici portano a disturbi sistemici nel corpo, compreso lo sviluppo di tessuto endometriale in eccesso durante la menopausa.

I tessuti endometriali sono solitamente "appiccicosi" e possono attaccarsi ad altri organi, formando aderenze. Ad esempio, la vescica o l'intestino possono essere attaccati all'utero dalle cellule endometriali. Grandi aree di endometriosi possono formare delle cisti, che sanguinano ogni mese quando si verificano le mestruazioni. Le cisti sono piene di sangue scuro e sono conosciute come cisti "al cioccolato".

Sintomi e trattamento

I tessuti dell'endometriosi possono variare nelle dimensioni dalla capocchia di spillo alle formazioni di grandi dimensioni. Molte donne hanno vissuto con endometriosi per molti anni senza alcun sintomo. La diagnosi è complicata dal fatto che i sintomi possono cambiare in breve tempo.

Più aree di endometriosi, più i sintomi sono luminosi. I principali sintomi dell'endometriosi durante la menopausa:

  • Dolore addominale inferiore Il dolore è ciclico. Quando il tessuto endometriale è distribuito in tutto il corpo, il dolore può essere presente in varie parti del corpo.
  • Sesso morboso Il dolore si sente di solito in profondità e può durare diverse ore dopo il rapporto.
  • Scarico alleggerito.
  • Vertigini.
  • Irritabilità.

In rari casi, la malattia è accompagnata dalla presenza di sangue nelle urine o nelle feci.

Come viene diagnosticata l'endometriosi?

Il metodo diagnostico più efficace è la laparoscopia. Questa è una piccola operazione che comporta la creazione di una piccola incisione nella parete addominale sotto l'ombelico. Uno strumento simile a un sottile telescopio (laparoscopio) viene spinto attraverso la pelle per guardare all'interno. Il medico vede la crescita del tessuto endometriale e fa una diagnosi accurata.

La laparoscopia viene eseguita in anestesia generale. Di solito, vengono eseguite due procedure: una per diagnosticare la malattia. Il secondo - per rimuovere ampie aree di tessuto invaso.

La laparoscopia è il gold standard nella diagnosi della malattia. Ma questa procedura si applica alla chirurgia. Pertanto, in caso di sospetta endometriosi, in assenza di sintomi pronunciati, il medico prescrive di solito il trattamento, inclusi ormoni e antidolorifici. Con il miglioramento del paziente, nella nomina di laparoscopia non è necessario.

Il rischio di endometriosi durante la menopausa

La complicanza più grave e comune dell'endometriosi nelle donne dopo 50 anni è l'anemia post-emorragica. Questa è una grave perdita di sangue a causa del distacco endometriale in tutte le cavità di crescita. Le donne anziane a causa di limiti di età della funzionalità del corpo più difficile da recuperare dopo forti emorragie. Con gravi stadi della malattia, un sanguinamento esteso può portare alla morte del paziente. Sanguinamento interno particolarmente pericoloso della cavità addominale.

L'endometriosi durante la menopausa può causare la degenerazione del tessuto nei tumori benigni e maligni.

Grandi aree di endometriosi possono causare il blocco (ostruzione) dell'intestino o dell'uretere.

Trattamento farmacologico

Se i sintomi sono lievi, non è necessario il trattamento dell'endometriosi per la menopausa. In circa 3 casi su 10, la malattia scompare senza alcun trattamento. L'osservazione è tutto ciò che è richiesto in questo caso.

Nei casi più gravi, il trattamento previene gli effetti indesiderati della malattia. Vale la pena notare che il trattamento dell'endometriosi nelle donne dopo i 50 anni può essere effettuato solo sotto controllo medico.

Gli antidolorifici usati per migliorare le condizioni del paziente:

  • Paracetamolo per sintomi lievi.
  • Farmaci anti-infiammatori, come ibuprofene, diclofenac e naprossene, in assenza di controindicazioni.
  • Codeina, da sola o in combinazione con paracetamolo, con dolore severo.

I farmaci antidolorifici vengono utilizzati in aggiunta ad altri trattamenti.

Tipi di terapia ormonale

L'obiettivo principale della terapia ormonale è ridurre la quantità di estrogeni o bloccare il suo effetto sulle cellule dell'endometrio.

  • Pillole contraccettive orali combinate o sistemi intrauterini. Utilizzato nel periodo pre-climatico. Interrompere il processo di ovulazione, ridurre la quantità di estrogeni prodotta dalle ovaie. Aiuta ad alleviare il dolore durante il rapporto e il dolore nella zona pelvica.
  • Ormone rilasciante la gonadotropina (GnRH). Questi farmaci bloccano la produzione di gonadotropine nella ghiandola pituitaria. Questo riduce significativamente la quantità di estrogeni prodotta dalle ovaie. Alcuni farmaci di questa classe vengono assunti sotto forma di spray nasale, altri vengono somministrati per iniezione. Il corso del trattamento è di almeno sei mesi.
  • Progestinici. Ridurre l'effetto degli estrogeni sulle cellule endometriali, facendoli "ridurre". I progestinici prevengono anche l'ovulazione, che riduce i livelli di estrogeni. I progestinici comprendono noretisterone, didrogesterone e medrossiprogesterone.
  • Danazol. Funziona principalmente riducendo il numero di gonadotropine, che sopprime anche la produzione di estrogeni e riduce la crescita del tessuto endometriale. Raramente usato, ha molti effetti collaterali.

Trattamento chirurgico

L'operazione è consigliata in presenza di ampie aree di endometriosi. Ci sono vari metodi di chirurgia.

  • Laparoscopia. Il chirurgo usa un laparoscopio per vedere gli organi addominali e, usando un laser o altri mezzi moderni, rimuove le aree di endometriosi.
  • La chirurgia tradizionale viene eseguita per rimuovere grandi crescite o cisti.
  • Isterectomia - rimozione dell'utero. Viene utilizzato quando altri metodi di trattamento falliscono. Offre alte probabilità di successo nella cura della malattia.

Trattamento di rimedi popolari

Un effetto positivo nel trattamento dell'endometriosi ha costi di erbe medicinali con effetti anti-infiammatori e sedativi, come la valeriana, la piantaggine, l'erba di San Giovanni, l'ortica, la camomilla, la rosa canina, ecc.

Va notato gli effetti benefici dell'olio di semi di lino per eliminare i sintomi della malattia. La maggior parte di coloro che prendono il petrolio al mattino a stomaco vuoto riporta miglioramenti nel benessere.

Il trattamento dei rimedi popolari non annulla l'osservazione regolare da parte di un medico. L'endometriosi in menopausa, i suoi sintomi e il trattamento devono essere registrati con il medico.

L'endometriosi dopo la menopausa e durante essa come una malattia indipendente non rappresenta un grande pericolo. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, la malattia viene trattata con successo.